È possibile aumentare le dimensioni del pene?

In quali casi si possono aumentare le dimensioni del pene

Modificare le dimensioni del proprio organo riproduttivo è un’esigenza che gli uomini avvertono soprattutto in età adulta, quando si palesa un disagio psicologico, che comporta una scarsa autostima e problemi a integrarsi socialmente. Aumentare le dimensioni del pene è, oggi, possibile grazie alle moderne tecniche mediche.

Quando si può parlare di pene piccolo?

La necessità di aumentare le dimensioni del pene, solitamente,si avverte per due motivi:la presenza di problemi patologici e per delle finalità puramente estetiche. Nella realtà non esistono dimensioni standard, considerate normali, poiché molto dipende dalla morfologia umana. Da individuo a individuo possiamo incontrare dimensioni differenti, anche se la media si attesta sui 10 cm di lunghezza e 9 cm di circonferenza a riposo, mentre in erezione la media è di 15 cm di lunghezza e 12 cm di circonferenza. In una situazione di micropenia il pene in erezione non raggiunge i 7 cm.

Come aumentare le dimensioni del pene?

Tra i rimedi, chi vive questo disagio può ricorrere alla chirurgia. Per aumentare le dimensioni del pene si può intervenire in due modi:

  • Con l’aumento di diametro e l’allargamento.
  • Con l’allungamento. La falloplastica di allungamento è tra gli interventi di chirurgia intima più diffusi al mondo. Tale intervento mira ad aumentare la lunghezza del pene intervenendo sul legamento sospensore dell’organo. È bene sottolineare che il risultato sarà visibile solo a riposo.

Come funziona l’intervento di allungamento del pene?

Per aumentare le dimensioni del pene si può procedere con l‘intervento di allungamento. Ecco come si procede e che risultati porta nel paziente:

  • Si guadagnano tra i 2 e 5 centimetri, ma non è possibile definire con esattezza l’allungamento che si ottiene perché non si può sapere quale sia la lunghezza del legamento sospensore.
  • L’intervento non altera la sensibilità peniena e la sua funzionalità e la ripresa è abbastanza rapida.
  • L’intervento di allungamento del pene si esegue in day-surgery, in anestesia generale o peridurale, e dura tra 1 e 2 ore. Il paziente può essere dimesso il giorno successivo. Per togliere i punti si devono attendere almeno 5 giorni.
  • L’ingrandimento penieno si può ottenere anche utilizzando grasso del paziente, ovvero con la tecnica di Coleman “lipopenoscultura” che consiste nel prelevare il grasso da altre sedi, come quella a livello del pube o dell’addome, dove spesso è in eccesso. Tale intervento comporta un aumento della circonferenza pari al 30%.
  • L’incremento di circonferenza del pene può essere ottenuta con iniezioni di filler a base di acido ialuronico che rappresenta una metodica poco invasiva.

L’operazione, oltre che per ragioni estetiche, può essere consigliata in presenza di casi di micropenia, una malformazione dell’apparato genitale che lo rende di dimensione molto ridotta, pur essendo morfologicamente sviluppato e funzionale.

Per valutare l’opportunità o meno di un intervento per aumentare le dimensioni del pene bisogna sempre sottoporsi preventivamente a una visita andrologica.

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa