Disturbo dell’orgasmo maschile: cosa sono i testicoli e la vulva blu?

Vulva blu e testicoli blu: tutto sul disturbo dell’orgasmo maschile e femminile

Esistono diversi tipi di disturbo dell’orgasmo maschile che hanno conseguenze a livello della sfera sessuale e psicologica del paziente.

Alcuni soggetti possono manifestare un lieve disagio a livello dei genitali che si verifica quando sono eccitati sessualmente per un periodo di tempo significativo, ma non sono riusciti a raggiungere l’orgasmo. Senso di dolore e di pesantezza sono sintomi associati a tale condizione che può essere anche un disturbo dell’orgasmo femminile visto che può interessare sia gli uomini che le donne: in gergo, infatti, si parla di testicoli blu per l’uomo e vulva blu per le donne.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare parlando di testicoli e vulva blu, i genitali non assumono tale colore. Anche se questo disturbo dell’orgasmo maschile e femminile non è stato rigorosamente studiato dal mondo accademico è bene sapere che i soggetti affetti da tale condizione non devono allarmarsi: è necessario del tempo prima che il dolore scompaia, ma ci sono modi per alleviare i sintomi.

Perché si verifica il disturbo dell’orgasmo?

Quando si è eccitati sessualmente, le arterie si dilatano per consentire un maggiore afflusso di sangue nei genitali, le vene si restringono in modo che il sangue venga trattenuto, mentre il corpo si prepara all’attività sessuale. Nell’uomo il pene si espande e gradualmente si manifesta l’erezione, i testicoli vengono attratti verso l’alto e si espandono (a volte fino al 50% della loro dimensione originale). Nella donna, invece, le piccole labbra, la vagina e il clitoride si gonfiano fino a 2-3 volte e si lubrificano, e allo stesso tempo si verifica anche un aumento della pressione sanguigna genitale.

Quando si raggiunge l’orgasmo, il sangue viene rilasciato nel corpo e segue poi un rilassamento. Se non c’è l’orgasmo, il sangue defluisce comunque dai genitali, ma il drenaggio venoso rallentato può portare a un aumento del sangue deossigenato e della pressione dei genitali (testicolo ed epididimo nell’uomo, piccole labbra e clitoride nella donna) che è responsabile del dolore. Ecco spiegato perché si verifica questo disturbo dell’orgasmo maschile e femminile.

Come alleviare il disturbo dell’orgasmo maschile e femminile?

I testicoli e la vulva blu non rappresentano quindi una grave condizione e alleviare il disagio è possibile seguendo alcuni consigli pratici:

  • Raggiungere l’orgasmo attraverso un altro mezzo, come la masturbazione
  • Fare esercizio fisico
  • Risposare abbastanza
  • Fare una doccia fredda
  • Distrarsi con pensieri o attività non sessuali
  • Ridurre l’eccitazione sessuale
  • Mettere un impacco freddo sui genitali

A chi rivolgersi per risolvere il problema dei testicoli blu?

L’orgasmo è spesso considerato l’obiettivo finale dell’attività sessuale e il suo mancato raggiungimento può avere alcuni effetti negativi, oltre a testicoli e vulva blu. Soffrire di disturbi eiaculatori porta nell’uomo a un senso di delusione e di frustrazione che diminuisce la soddisfazione sessuale generale. Allo stesso modo, il non riuscire a far raggiungere l’orgasmo al partner genera sentimenti di inadeguatezza e contribuisce a soffrire di ansia da prestazione e scarsa fiducia sessuale.

Pensi di avere un disturbo dell’orgasmo maschile? La cosa migliore che puoi fare è rivolgerti a un medico specialista che abbia le competenze adeguate per valutare la situazione e individuare una soluzione adeguata a risolverla: contattaci e fissa subito un appuntamento!

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa