Dimensioni ideali del pene e falsi miti: ecco cosa pensano le donne

17 Gen 2022 Blog

Quali sono le dimensioni ideali del pene? Ecco la diversa percezione di uomini e donne

Quando si affronta il discorso sulle dimensioni ideali del pene non c’è da stupirsi che la maggior parte degli uomini abbia un’idea piuttosto distorta di quale sia effettivamente la “dimensione media del pene”.

La percezione che un uomo ha in merito alla lunghezza del proprio pene può influenzare notevolmente la sua autostima. Capita spesso che qualcuno si presenti dallo specialista perché preoccupato da quella che giudica un’inadeguata dimensione, ma che nella realtà dei fatti rientra nell’intervallo di normalità e che a livello funzionale permette di svolgere un’adeguata attività sessuale.

Qual è la dimensione media del pene?

Il più grande studio effettuato fino a oggi, pubblicato sulla rivista BJU International, ha misurato i membri di 15.521 uomini in tutto il mondo. La lunghezza media di un pene eretto è di 13,12 cm e 11,66 cm di circonferenza. In flaccidità, la lunghezza media è di 9,16 cm e la circonferenza è di 9,3 cm. Il Journal of Sexual Medicine riporta che solo il 15% degli uomini ha un pene maggiore di 18 cm e solo il 2% può vantarne uno di 20 cm o più.

Si parla, invece, di micropenia quando il pene è anormalmente piccolo, di lunghezza inferiore a 7,5 cm o inferiore a 4 cm in flaccidità. Questa condizione interessa solo lo 0,6 percento degli uomini nel mondo che per risolvere il problema possono sottoporsi a una terapia ormonale oppure chirurgica come un intervento di falloplastica.

Bisogna tenere a mente che la profondità media della vagina è di soli 9,5 cm, quindi per una donna, un pene di 12,5 cm è più che adeguato, mentre uno più lungo può causare rapporti dolorosi.

Tutti i fattori che influiscono sulle dimensioni

Sia la lunghezza che la circonferenza possono variare a seconda della stimolazione e di una serie di fattori quali:

  • La temperatura. Quando fa freddo, un pene non eretto è solitamente più piccolo del solito perché i vasi sanguigni si restringono per preservare il calore all’interno del corpo. Al contrario, il caldo può aumentare le dimensioni del pene non eretto poiché i vasi sanguigni si dilatano e c’è un migliore flusso sanguigno.
  • Stato di eccitazione. Il fenomeno si deve all’aumento dell’afflusso di sangue nell’organo genitale maschile.
  • L’età. Dopo i 40 anni il pene potrebbe sembrare più piccolo per via di due fattori: l’abbassamento dei livelli di testosterone e le diverse condizioni circolatorie legate all’età.
  • La forma. È abbastanza normale che un pene eretto devii leggermente, ma una marcata curvatura può rendere difficile o addirittura impossibile la penetrazione.
  • Il peso. L’incremento di peso corporeo tende a sviluppare un cuscinetto adiposo addominale che si proietta verso l’esterno e pende sulle regioni genitali. Il pene può risultare nascosto o sepolto e può sembrare più piccolo quando emerge dal cuscinetto adiposo.
  • Disfunzione erettile. In caso di disfunzione erettile il pene non raggiungerà la sua piena lunghezza e circonferenza. La disfunzione erettile è molto comune e colpisce il 50% degli uomini sopra i 50 anni. Spesso è dovuta a cause psicologiche, inclusi problemi di relazione, ma può anche essere la spia di malattie cardiache o diabete.
  • Farmaci. Alcuni tipi di farmaci possono far sembrare il pene più piccolo di quanto non sia in realtà. Sono ad esempio gli stimolanti del SNC che causano vasocostrizione nei vasi sanguigni del pene e alcuni antidepressivi, che possono alterare la sensibilità genitale e ridurre la funzione sessuale.
  • Il fumo. I fumatori hanno il doppio delle probabilità di sviluppare la disfunzione erettile rispetto ai non fumatori. È stato dimostrato che il fumo attenua gli effetti dell’eccitazione sessuale, ciò potrebbe essere dovuto al rilascio di neurotrasmettitori cerebrali o all’effetto inibitorio sul rilascio di ossido nitrico nel tessuto del pene.
problemi-di-criptorchidismo

Anche tu hai problemi di dimensione?

Parlarne con un andrologo potrebbe essere molto più semplice di quanto pensi. Contatta il Dr. Francesco De Luca, anche tramite Whatsapp e richiedi subito un appuntamento.

Le dimensioni ideali del pene secondo le donne

Mentre gli uomini potrebbero essere ossessionati dalle proprie dimensioni, le donne non si preoccupano delle dimensioni ideali del pene, ma se potessero creare il loro membro ideale, come sarebbe? È questa la domanda alla base di uno studio pubblicato sulla rivista Plos One.

Utilizzando modelli stampati in 3D, i ricercatori hanno chiesto a 75 donne di indicare le loro preferenze sul pene scegliendo tra 33 modelli di dimensioni diverse. È interessante notare che per determinare le dimensioni ideali pene le scelte delle intervistate sono risultate differenti in base alla natura della relazione. Il partner ideale a lungo termine avrebbe una lunghezza di 16 cm e una circonferenza di 12,2 cm, mentre nelle relazioni di una notte le dimensioni erano leggermente più grandi: 16,3 cm e 12,7 cm rispettivamente.

È da notare che entrambe le preferenze sono appena al di sopra della dimensione media del pene.

La circonferenza è più importante della lunghezza!

Gli studi condotti sull’argomento indicano che per le donne la circonferenza del pene è più rilevante della lunghezza, come rilevato in un sondaggio dell’Università del Texas-Pan American.

Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che il 75% delle donne non raggiunge l’orgasmo solo con la penetrazione. La maggior parte delle donne, infatti, ha bisogno della stimolazione del clitoride per raggiungere il piacere.

Dimensioni ideali del pene? Una preoccupazione comune

Le dimensioni ideali pene sono spesso frutto di ansie e preoccupazioni comuni. I ragazzi tendono ad avere una percezione distorta delle proprie dimensioni, infatti, da uno studio italiano condotto su un campione di 67 soggetti, che richiedevano un intervento di falloplastica, è emerso che nessuno degli uomini in esame aveva effettivamente bisogno di un intervento di allungamento penieno.

L’errata percezione delle dimensioni del proprio membro può nascere dall’angolazione con cui lo si osserva: gli uomini sono abituati a farlo dall’alto, per valutare le reali dimensioni dovrebbero invece guardarsi allo specchio.

Uro-Andrologo Dr. Francesco De Luca: professionalità al tuo fianco

Fissa un appuntamento con il Dr. Francesco De Luca per una visita andrologica per problemi di dimensione. Scegliere di affidarsi alle sue competenze significa che avrai la certezza di servizi di qualità e di una consulenza medica altamente professionale.

Scegli la professionalità del Dr. Francesco De Luca per problemi di dimensione del pene?

Prenota ora una visita di consulto con il medico chirurgo specializzato in Uro-Andrologia per ogni vostro tipo di disturbo. Per qualsiasi informazione necessaria il Dr. De Luca sarà a vostra completa disposizione.

dimensioni del pene ideale

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa