Sesso e pandemia: quali sono i rischi dell’astinenza sessuale maschile?

Le conseguenze dell’astinenza sessuale maschile sulla salute

Le restrizioni, i divieti di sposamento e le misure di contenimento imposte per tentare di arginare la diffusione del Covid-19 hanno messo a dura prova molte coppie non conviventi, che per diversi periodi di tempo sono state impossibilitate a incontrarsi.

La paura del contagio ha avuto, e continua ad avere, effetti negativi sui single, molti dei quali ritengono che avviare una nuova relazione in questo momento possa essere rischioso dal punto di vista sanitario. La conseguenza è che un grande numero di persone non può avere, o evita per scelta, relazioni stabili od occasionali.

Tuttavia, non fare sesso per un lungo periodo può avere effetti negativi sulla salute. Infatti, l’astinenza sessuale maschile può comportare danni non solo a livello psicologico, ma anche a livello fisico più o meno gravi.

I rischi dell’astinenza sessuale prolungata

L’astinenza sessuale maschile, se protratta nel tempo, può avere conseguenze negative sulla salute generale dell’individuo.

  • Se l’apparato genitale non è in allenamento invecchia più in fretta, cosa che ha effetti anche a livello neurologico.
  • Un’astinenza prolungata può essere la causa dell’ostruzione dei vasi ematici del pene.
  • La mancanza di rapporti sessuali può portare alla diminuzione dei livelli di testosterone e un calo dei livelli di intensità dell’eiaculazione.
  • Altra conseguenza da non sottovalutare dell’astinenza sessuale maschile è la correlazione tra questa e l’insorgenza di tumore alla prostata o di problematiche legate alla sfera riproduttiva.
  • L’astinenza sessuale maschile può dare il via al fenomeno delle polluzioni notturne.I problemi possono verificarsi anche in seguito, quando si interrompe il periodo di astinenza: la ripresa dell’attività sessuale potrebbe comportare una prematurità eiaculatoria.

I benefici dell’attività sessuale

L’attività sessuale è molto importante per la salute dell’apparato genitale maschile e dell’uomo in generale.

Diversi studi evidenziano che eiaculare in media tre volte a settimana, riduce l’insorgenza di problematiche a livello sessuale come il deficit erettile. L’attività sessuale comporta poi un aumento dei livelli di testosterone, che a sua volta stimola il desiderio sessuale e inoltre mantiene in salute il sistema riproduttivo maschile specialmente dal punto di vista della fertilità in quanto migliora la motilità degli spermatozoi.

Come risolvere il problema dell’astinenza sessuale forzata

Come fare in tempo di pandemia? Quando non si possono avere rapporti la soluzione è ricorrere all’autoerotismo con la masturbazione. L’eiaculazione, raggiunta anche attraverso la masturbazione, svolge un importante funzione di decongestionamento della prostata riducendo l’insorgenza di tumore.

Per coloro che hanno una relazione a distanza ci sono diversi modi per fare sesso ai tempi del Covid, per esempio entrando in intimità attraverso il sexting o le videochat.

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa