Sviluppo maschile: come riconoscere la maturazione sessuale

Quali sono le fasi dello sviluppo maschile e come riconoscerle

La pubertà è la fase della vita in cui avviene lo sviluppo maschile e femminile e il soggetto assume i tratti da adulto propri del sesso di appartenenza. L’inizio della pubertà non è uguale per tutti, in media avviene tra i 10 e i 14 anni, ma può iniziare anche precocemente verso i 9 anni e proseguire fino ai 16 anni.

Lo sviluppo maschile porta a profonde modificazioni psichiche e fisiche. Maturano le gonadi, appaiono i caratteri sessuali secondari, il soggetto cresce in altezza e infine raggiunge la fertilità con la comparsa del desiderio sessuale. Ad avviare tali cambiamenti è la secrezione ormonale, in particolare del testosterone.

Sono l’ipotalamo e l’ipofisi, che si trovano nel cervello, a dare il via all’inizio della pubertà stimolando la produzione di testosterone da parte dei testicoli. Inizia l’azione anche dell’ormone follicolo-stimolante che insieme al testosterone permette ai testicoli di avviare la produzione dello sperma.

Gli stadi dello sviluppo maschile

Il testosterone è l’ormone per eccellenza ed è responsabile dello sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie.

Lo sviluppo sessuale maschile è caratterizzato da diverse tappe. Per descrivere i cambiamenti fisici si fa riferimento agli stadi di Tanner che distinguono le fasi della maturazione sessuale:

  • Stadio 1, sotto i 9,3 anni. È la fase pre-adolescenziale in cui testicoli, scroto e pene hanno ancora l’aspetto infantile.
  • Stadio 2, tra 9,3 anni e 12,2 anni. Iniziano a crescere testicoli e scroto che presenta anche un corrugamento della cute e un accenno di pigmentazione. Appaiono i primi peli pubici, ma sono ancora sottili.
  • Stadio 3 tra 12,2 e 14,8 anni. Il pene cresce in lunghezza e in larghezza, i testicoli e lo scroto e i peli pubici si sviluppano ulteriormente.
  • Stadio 4, tra 14,8 anni e 16,2 anni. Crescono ancora pene, testicoli e scroto i peli pubici sono quelli tipici dell’adulto, ma non hanno un’estensione completa e mancano in genere nell’interno coscia e sull’addome.
  • Stadio 5, tra 16,2 e 21 anni. La pubertà arriva al suo completamento, lo sviluppo puberale maschile è completo la dimensione delle gonadi, lo sviluppo genitale esterno e l’apparato pilifero sono propri dell’adulto.

La capacità di eiaculare si matura tra i 12 e i 14 anni, all’incirca a metà dell’adolescenza.

Pubertà precoce e ritardata

Lo sviluppo dei testicoli è il primo segnale dell’inizio della pubertà.

  • Si parla di pubertà precoce quando le modificazioni dei caratteri sessuali secondari e delle gonadi si verificano prima dei 9 anni.
  • Si parla invece di pubertà ritardata quando l’inizio dello sviluppo maschile con la modificazione delle gonadi e la comparsa dei caratteri sessuali secondari avviene spontaneamente dopo i 14 anni. Nella maggior parte dei casi di pubertà ritardata l’anamnesi familiare rivela in uno dei genitori un andamento simile. Alcune forme di ritardo puberale sono correlabili ad un deficit funzionale di gonadotropine o a causa di malnutrizione, anoressia, bulimia, malattie croniche, affezioni endocrine.

Il primo passo importante per la diagnosi è rivolgersi a uno specialista che attraverso un’anamnesi completa potrà valutare lo sviluppo puberale.

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa