Cosa può causare gonfiore al testicolo?

5 Gen 2019 Blog

Molti gonfiori ai testicoli sono innocui, qualcuno però può essere segno di una condizione medica più seria. Una regolare autopalpazione può aiutare ad individuare i primi segni di un tumore al testicolo.

La maggioranza dei gonfiori trovati nei testicoli non è causata da tumore. I gonfiori dei testicoli sono causati più comunemente da raccolta di liquido, un’infezione, o gonfiore della pelle o delle vene.

Ad ogni modo, non è possibile diagnosticare la causa di un gonfiore a casa. Si dovrebbe cercare sempre il consiglio di un medico.

In quest’articolo, esamineremo le possibili cause masse  testicolari, l’autopalpazione, e quando consultare un medico. Esamineremo inoltre anche diagnosi e cura.

Cause

Gonfiori e protuberanze all’interno dei testicoli, o sulla pelle intorno ad essi, possono avere una varietà di cause, compreso:

 

 

Ciste

Una ciste è una sacca piena di fluido che si può sentire come un piccolo rigonfiamento duro al tatto. Le cisti possono svilupparsi quasi ovunque sul corpo e di solito sono innocue.

Varicocele

Un varicocele è un’area granulosa causata da vene gonfie nei testicoli. Questo è simile alla vena varicosa che si forma nella gamba di una persona. Non è chiara la causa del varicocele.

Idrocele

Una raccolta di un fluido intorno ad un testicolo può causare un rigonfiamento noto come idrocele.

Questo accade spesso dopo un’infezione o una ferita in quest’area del corpo. Gli idroceli sono solitamente indolori. Il rigonfiamento può riguardare uno o entrambi i testicoli.

Torsione testicolare

La torsione testicolare è una condizione medica seria che necessita di trattamento immediato. Si può verificare quando il cordone connesso ai testicoli si piega su se stesso e riducendo l’afflusso del sangue.

Soggetti con torsione testicolare solitamente avvertono un forte  dolore improvviso, che può essere seguito da vomito e rigonfiamento dei testicoli.

Epididimite

L’epididimite è una condizione che può portare l’epididimo ad essere doloroso e gonfio. L’epididimo è un condotto che si trova dietro ogni testicolo e contiene lo sperma. Il gonfiore può sembrare come un nodulo. Le persone con epididimite possono provare anche dolore, sensibilità e calore sulla pelle intorno ai testicoli.

L’epididimite può essere associata con la clamidia, o malattie sessualmente trasmissibili.

Tumore  del testicolo

Un nodulo o un gonfiore possono essere uno dei primi sintomi di cancro ai testicoli. Molti tumori non causano alcun dolore. Il rigonfiamento si forma di solito sulla parte frontale o laterale di un testicolo. Si avvertirà spesso durezza, e l’intero testicolo può sembrare più solido rispetto al solito. Un rigonfiamento può svilupparsi dentro il testicolo o appena sotto la pelle. Il testicolo può aumentare di dimensioni o divenire più turgido. Secondo l’American Cancer Society, il tumore del testicolo non è comune. Solo un uomo su 263 potrà ammalarsi di tumore  al testicolo nel corso della sua vita, ed il rischio di morire per esso è circa di 1 su 5000.

Come esaminarsi per scoprire rigonfiamenti

Conoscere il proprio corpo ed essere consapevoli di ogni suo cambiamento può essere una parte essenziale della gestione della salute. Controllare ogni protuberanza e rigonfiamento dei testicoli e cercare aiuto medico se necessario può assicurare che ogni problema venga trattato più velocemente possibile.

E’ meglio effettuare l’autopalpazione quando il corpo è caldo, ed una persona è rilassata. Questo può rendere più facile sentire qualcosa di insolito.

Come completare un autoesame dei testicoli:

  1. stare di fronte ad uno specchio
  2. guardare i testicoli per ogni rigonfiamento della pelle
  3. posizionare le prime due dita di ogni mano sotto il testicolo, con i pollici sulla parte superiore del testicolo
  4. Muovere ogni testicolo tra le dita ed i pollici delicatamente in modo da controllare eventuali gonfiori

Esaminare i testicoli mensilmente dalla pubertà può aiutare a scoprire prima qualche problema medico.

 

 

 

Quando vedere un medico

Chiunque trovi una protuberanza nei propri testicoli dovrebbe vedere un medico il più presto possibile. E’ difficile per una persona dire se una protuberanza sia cancerogena o meno senza essere esaminati da un dottore.

Può essere d’aiuto che una persona riesca a pensare a qualche altro sintomo che possa aver avuto. Potrebbe aver avuto un’infezione, come clamidia, o una ferita al testicolo. Condividere queste informazioni con un medico può aiutare a fare una diagnosi.

Diagnosi

Il medico avrà bisogno di esaminare i testicoli della persona. Potrebbe anche aver bisogno di fare dei test per scoprire la causa del rigonfiamento. Il dottore guarderà ed esaminerà i testicoli. Potrà anche usare una luce che oltrepassi la pelle per cercare eventuali incrementi.

Il medico può richiedere un’ecografia per confermare la diagnosi.

 

 

 

Cura

Se il soggetto non prova alcun dolore o disagio, potrebbe non aver bisogno di una cura. Chi ha un gonfiore ad un testicolo dovrebbe controllarlo per assicurarsi che non si ingrandisca o che cambi forma.

Le cisti di solito vanno via da sole. Se la cisti è dolorosa, applicare un impacco freddo avvolto in tessuto può essere d’aiuto nel ridurre il gonfiore. Se una ciste diviene infetta, una persona può aver bisogno di medicazione per curare l’infezione.

I medici posso rimuovere una cisti sotto anestesia locale. Ad ogni modo, i medici solitamente non lo raccomandano dato che è improbabile che le cisti causino problemi di salute. Una cisti può anche ricomparire nello stessa sede.

E’ improbabile che soggetti con varicocele o idrocele che non hanno nessun sintomo abbiano bisogno di cura. La raccolta fluida dove si è formato un idrocele può essere riparato o, a volte, rimosso.

Alcuni soggetti con varicocele potrebbero prendere in considerazione la chirurgia. La procedura implica l’interruzione del flusso del sangue alle vene gonfie, cosa che consente alle vene di restringersi.

I medici solitamente curano l’epididimite con antibiotici per l’infezione sottostante. Una persona può prendere farmaci per alleviare il dolore o applicare un impacco freddo avvolto in tessuto ai testicoli per dare un aiuto con il dolore ed il gonfiore.

Un soggetto avrà bisogno di cure qualora il gonfiore in un testicolo si scopra essere cancerogeno. La cura sarà diversa a seconda della fase del cancro.

I medici utilizzano la radioterapia e la chemioterapia per sconfiggere le cellule cancerogene o per fermarne la crescita. Un soggetto può aver bisogno della chirurgia per rimuovere una protuberanza da un testicolo. A volte, potrebbe essere necessaria più di una terapia.

Può essere necessario per un medico rimuovere parte o tutto il testicolo per diagnosticare il tumore e prevenirne la diffusione. Il testicolo può essere sostituito spesso con una protesi al silicone. Questo può influire sulla fertilità, tanto che si può dare ad una persona la possibilità di crioconservare lo sperma prima della chirurgia.

Panoramica

Ci sono diverse cause possibili per un rigonfiamento nel testicolo, molte delle quali sono innocue. I soggetti  che non avvertono dolore o disagio posso non necessitare  di alcuna cura.

Raramente, il rigonfiamento può essere un segno di tumore al testicolo. I medici possono essere intenzionati a curarlo con una combinazione di radioterapia, chemioterapia e chirurgia.

Chiunque noti un rigonfiamento nei propri testicoli dovrebbe sempre vedere un medico. Controllare regolarmente rigonfiamenti nei testicoli può aiutare ad individuare i primi segni di tumore  testicolare.

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa