Cos’è l’andropausa e come riconoscerla nel partner

Cos’è l’andropausa e perché non va confusa con la menopausa femminile

L’andropausa è una sindrome clinica connessa al naturale calo della produzione di ormoni sessuali maschili, che viene spesso definita come il sinonimo maschile dalla menopausa. Tuttavia bisogna dire che questa equivalenza risulta essere alquanto impropria. Infatti, a differenza di quanto avviene nelle donne, soggette a un arresto rapido e quasi totale degli estrogeni (gli ormoni femminili), negli uomini si registra un calo del testosterone circolante abbastanza graduale, che inizia introno ai 45 anni e aumenta in modo più evidente dopo i 60-70 anni. Questa condizione spiega come mai la sintomatologia legata all’andropausa sia meno evidente di quella legata alla menopausa. Cerchiamo quindi di capire che cos’è l’andropausa spiegando i sintomi più comuni.

I sintomi più comuni del calo ormonale

La manifestazione del calo ormonale non è scontata, perché non avviene in eguale misura per tutti. I sintomi dell’andropausa possono essere poco chiari e non univoci e iniziano a manifestarsi in età differente, dipende da individuo a individuo. Determinante è lo stato di salute generale e l’eventuale assunzione di farmaci: ci sono uomini, anche anziani, che sono ancora fertili e quindi sono perfettamente in grado di avere una vita sessuale soddisfacente e procreare figli. Infatti, in questi casi il termine andropausa appare improprio, ed è preferibile parlare di quadro clinico parziale deficienza androgenica, che compare nel maschio di età avanzata.

Tuttavia, bisogna considerare che in genere i disturbi legati a questa condizione sono quelli legati alla sfera sessuale. Per capire che cos’è l’andropausa è opportuno capire i suoi sintomi, ecco i più comuni:

  • La riduzione dei livelli di testosterone comporta un calo del desiderio
  • Altra cosa che può verificarsi è un calo della potenza dell’eiaculazione e la riduzione dell’eiaculato
  • In alcuni casi è impossibile raggiungere l’orgasmo
  • Tendenzialmente si verificano erezioni modeste o assenti e si riducono anche quelle involontarie
  • Aumenta il tempo per raggiungere una nuova erezione dopo l’eiaculazione

Cos’è l’andropausa e come affrontarla

La riduzione della produzione di testosterone si riflette su tutto il nostro corpo, come: muscoli, cuore, vasi sanguigni, ossa e influenza anche l’umore. Tra le conseguenze più comuni, l’andropausa comporta:

  • Aumento del peso: in media tra i 5 e i 10 chili. Le zone più interessate dall’accumulo di grasso sono quelle a livello dei fianchi e dell’addome
  • Riduzione della massa muscolare
  • Alterazioni cutanee: tra le più comuni può verificarsi la ginecomastia, che sarebbe lo sviluppo della ghiandola mammaria
  • Aumenta il rischio di fratture ossee: con la riduzione della produzione di testosterone tendenzialmente si riduce la densità minerale ossea

Il paziente, che presenta uno o più sintomi di questo tipo, dovrebbe rivolgersi a un medico specializzato per eseguire una visita. Il Dott. Francesco De Luca, andrologo specializzato, potrà aiutarti a capire cos’è l’andropausa e, soprattutto, come affrontarla con serenità. Contattaci per avere maggiori informazioni e per prenotare la tua visita!

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa