Masturbarsi senza eiaculare fa male?

Masturbarsi senza eiaculare? Perché è un problema da non sottovalutare!

Ti capita mai di masturbarti e di non riuscire a eiaculare? Può essere il caso di un ragazzo ansioso o di un uomo che ha sviluppato una disfunzione erettile a cui si associa il disturbo anorgasmico, ma masturbarsi senza eiaculare è un problema da non sottovalutare.

L’orgasmo infatti mette fine alla reazione sessuale e negli uomini coincide proprio con l’eiaculazione, ovvero l’emissione del liquido seminale. Non riuscire a completare questo atto fisico può portare a una diminuzione della fiducia in sé stessi, una maggiore probabilità di problematiche psicologiche e un calo dell’attività sessuale.

Cos’è la masturbazione?

La masturbazione è un atto naturale che si scopre in età adolescenziale e continua a essere messa in atto, in età adulta, anche quando si ha qualcuno con cui condividere il piacere. Questa pratica autoerotica consiste nel sollecitare in modo volontario l’organo sessuale al fine di raggiungere l’orgasmo, cioè il momento massimo dell’eccitazione in cui arriva al culmine del piacere fisico e mentale.

Perché eiaculare è così importante?

L’impossibilità di raggiungere il culmine della pratica sessuale può essere vissuta in modo traumatico dagli uomini che provano a masturbarsi senza eiaculare e può avere un forte impatto sulla salute mentale e fisica: per esempio ansia, senso di frustrazione e preoccupazione sono le sensazioni più comuni.

Non solo si tratta solo di un bisogno fisiologico, ma l’eiaculazione è una pratica che offre anche all’uomo la possibilità di ridurre di molto il rischio di tumore alla prostata. Infatti la pratica volontaria di bloccare l’eiaculazione può portare, nel lungo periodo, all’insorgere di stati infiammatori a livello vescicolare o prostatico.

Cause possibili dell’anorgasmia

La stimolazione prolungata dell’organo sessuale, che non viene conclusa con l’orgasmo, a causa della distensione delle vie seminali, può provocare dolore diffuso all’apparato riproduttivo. Cosa porta gli uomini a masturbarsi senza eiaculare?

Le cause possono essere di natura fisica o psicologica.

  • Cause psicologiche. Il disturbo dell’orgasmo può nascere in seguito a un’educazione familiare o religiosa molto rigida, ansia da prestazione, scarsa stimolazione mentale che preclude l’eccitazione, traumi a livello della sfera sessuale, depressione.
  • Cause fisiche. La presenza di alcune malattie gravi può portare a problemi come disfunzione erettile o anorgasmia con impossibilità di eiaculare. Sull’anorgasmia incide anche l’assunzione di farmaci come gli antidepressivi o l’insorgere di traumi che interessano il midollo spinale.

Tipologie di anorgasmia

Pur desiderandolo, alcuni individui non riescono a innescare il riflesso orgasmico. L’anorgasmia nella maggior parte dei casi si manifesta nel coito e raramente durante la masturbazione. Questo disturbo si considera:

  • Permanente o primario se persiste da sempre e l’uomo non è mai riuscito a raggiungere l’orgasmo.
  • Acquisito o secondario se si presenta nel corso della vita.

Masturbarsi senza eiaculare: come risolvere il problema?

Individuare la causa del problema è fondamentale per trovare una soluzione. Prima di tentare un approccio psicologico bisogna però escludere qualsiasi problematica a livello fisico, per questo una visita dallo specialista è quindi necessaria per individuare la cura più adatta.

Per qualsiasi dubbio o informazione sulla masturbazione senza eiaculazione non esitare a contattarci!

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa