Terapia con onde d’urto

L’uso della terapia a onde d’urto extracorporee a bassa intensità (LI-SWT) è stato sempre più proposto come trattamento per il deficit erettile nell’ultimo decennio.

Complessivamente, la maggior parte degli studi ha riportato risultati incoraggianti, indipendentemente dalla variazione dei parametri di set-up della LI-SWT o dei protocolli di trattamento.

Nel complesso questi studi suggeriscono che la LI-SWT potrebbe migliorare significativamente l’IIEF(indice internazionale della funzione erettile) e il punteggio dell ‘EHS (scala di durezza dell’erezione) nei pazienti con deficit erettile lieve.

Allo stesso modo, i dati suggeriscono che la LI-SWT potrebbe migliorare la qualità dell’erezione anche in pazienti con deficit erettile severo che sono PDE5-i non-responders o inadeguati responder .

La terapia con onde d’urto extracorporee (ESWT) rappresenta quindi moderno ed innovativo trattamento ad intento curativo della disfunzione erettile. E’ stata infatti inserita nelle linee guida delle principali società scientifiche.

PRENOTA ADESSO LA TUA VISITA

Meccanismo d’azione delle onde d’urto

Le onde d’urto a bassa intensità (Li-ESWT) sono in grado di agire sul meccanismo causale sottostante il deficit erettile (DE). Il meccanismo con cui agiscono non è ancora perfettamente chiaro, ma le ipotesi più recenti affermano che LI-ESWT stimolano la neo-angiogenesi, reclutando le cellule staminali promuovendo la rigenerazione dei nervi attivando le cellule di Schwann.

L’onda d’urto è costituita da un’onda acustica longitudinale costituita da un breve impulso della durata di circa 5 microsecondi che ha la caratteristica di raggiungere istantaneamente un picco di pressione positiva con un successivo periodo più lungo di pressione negativa.

Questo meccanismo agisce in due modi: provoca un danno meccanico diretto creato dall’onda stessa e crea un meccanismo di gonfiore e successivo collasso delle bolle all’interno dei vasi sanguigni . I capillari, cioè i vasi di diametro minore, sono inizialmente coinvolti, e successivamente i vasi più grandi.

A causa della formazione e successiva rottura di queste micro-bolle, all’interno dei capillari si provoca un danno all’endotelio con associato stress di taglio vascolare. Questi “micro-traumi” innescano un richiamo sia delle cellule progenitrici sia dei fattori di crescita che provocano la neo-angiogenesi  con la formazione di nuovi vasi sanguigni.

Il trattamento con onde d’urto è stato utilizzato anche in soggetti sottoposti a prostatectomia radicale. Infatti, in questi pazienti esiste un danno alle fibre nervose che si trovano in prossimità della prostata. Gli studi hanno dimostrato che in questi pazienti vi è una riduzione del tessuto erettile dovuta alla fibrosi a seguito della mancanza di ossigenazione dei tessuti e della inadeguata perfusione d’organo .

Le onde d’urto ci danno anche grandi speranze nel trattamento della disfunzione erettile nei pazienti diabetici, dove, la vascolarizzazione periferica è compromessa a causa della neuropatia.

Finora, nessuno studio ha rivelato eventi avversi (ad esempio ematomi, edemi o abrasioni) per il trattamento con onde d’urto ad eccezione di 1 paziente che ha riportato una reazione allergica al gel utilizzato durante il trattamento. Allo stesso modo, non sono stati riportati dati di follow-up sul ruolo dei microtraumi cavernosi che predispongono alla formazione di placche fibrose e all’insorgenza di Induratio Penis Plastica.

Conclusioni

Le terapie farmacologiche utilizzate per la DE agiscono sulla sintomatologia limitando, tuttavia, la completa autonomia dei pazienti a vivere con naturalezza la propria vita sessuale. Le onde d’urto a bassa intensità (Li-ESWT) sono in grado di agire sul meccanismo causale sottostante il deficit erettile.

Inoltre, è stato suggerito che la combinazione tra il trattamento fisico dell’onda d’urto con PDE5i produce una risposta terapeutica ottimale.

La revisione della letteratura ha dimostrato che Li-ESWT è la prima opzione di trattamento per la DE per migliorare la funzione erettile farmacologicamente non assistita. Una limitazione del trattamento delle onde d’urto è l’uso di diversi dispositivi e la diversità dei protocolli adottati.

Nella letteratura non ci sono dati affidabili riguardanti il ​​numero di sessioni da utilizzare, i tempi e l’intensità dell’onda da generare, sicché  è difficile stabilire quale sia il generatore ottimale  come sostengono  alcune  case produttrici.

Terapia con onde d'urto

PRENOTA ADESSO LA TUA VISITA

Le onde d’urto in altre specialità mediche

Sebbene le onde d’urto abbiano svolto un ruolo importante nel trattamento della calcolosi urinaria per decenni, i recenti progressi hanno consentito applicazioni più ampie. Le onde d’urto a bassa intensità sembrano indurre angiogenesi e migliorare la perfusione nei tessuti bersaglio.

I cardiologi, infatti,  le hanno utilizzate per i pazienti con angina refrattaria, mentre gli ortopedici e i fisioterapisti hanno esplorato il suo ruolo nelle tendiniti e nelle fratture ossee.

Le onde d’urto nell’Induratio Penis Plastica

Il meccanismo d’azione implicato nel trattamento con onde d’urto (ESWT) per l’Induratio Penis Plastica  non è ancora del tutto  chiaro, ma ci sono due ipotesi.

Nella prima ipotesi, la terapia a onde d’urto agisce direttamente danneggiando e rimodellando la placca del pene.

Nella seconda ipotesi,  le onde d’urto aumentano la vascolarizzazione dell’area generando calore che provoca una reazione infiammatoria, con un aumento dell’attività dei macrofagi che causa la lisi della placca e che alla fine porta al riassorbimento della placca.

Aiutano quindi a ridurre significativamente il dolore nelle fasi iniziali della malattia e a bloccare o attenuare il processo infiammatorio mediante il loro meccanismo di rottura diretta e rimodellamento della placca, portando, quindi, alla stabilizzazione della placca stessa. Apportando un miglioramento significativo dei disturbi associati alla patologia

Attualmente si stanno effettuando diversi promettenti studi sull’utilizzo delle onde d’urto propedeutiche dell’iniezione di Xiapex allo scopo di migliorane l’efficacia d’urto.

PRENOTA ADESSO LA TUA VISITA

Terapia chirurgica del pene

FAQ terapia onde d'urto

1. La terapia con onde d'urto è dolorosa?

Alcuni pazienti riferiscono occasionalmente una leggera sollecitazione del pene durante il trattamento. Tuttavia, questo non è descritto come spiacevole o doloroso.

2. Con che frequenza viene effettuata la terapia con onde d'urto?

Una sessione di onde d'urto dura circa 20 minuti e dev’essere ripetuta almeno per sei volte ad intervalli di 7 giorni. L'intero trattamento si svolge ambulatorialmente, senza alcuna preparazione. Contatta e affidati alle competenze del Dr. Francesco De Luca per qualsiasi informazione sulla terapia con onde d’urto e altri disturbi.

3. Dopo quanto tempo è possibile vedere i risultati?

Un miglioramento della potenza avviene già dopo le prime 2-3 applicazioni e gli effetti persistono nel tempo.

4. Per chi è indicata la terapia con onde d'urto?

La terapia può essere eseguita a scopo preventivo da soggetti che manifestano i primi sintomi del deficit erettile. Nei soggetti sottoposti a prostatectomia radicale aiuta a ripristinare le erezioni spontanee e ad evitare la retrazione peniena. Nei diabetici migliorano la neuropatia e la vasculopatia.

5. La terapia con onde d'urto ha dei rischi o degli effetti collaterali?

In base alla corrente letteratura non ci sono effetti collaterali o rischi significativi.

PRENOTA ADESSO LA TUA VISITA

Prenota una visita di consulto con il Dr. Francesco De Luca a Roma

Il Dr. Francesco De Luca è un medico chirurgo specializzato in Uro-Andrologia il quale mette a tua disposizione le sue numerose specializzazioni per garantirti il ritrovamento del tuo benessere psicofisico. Affidati alle competenze del Dr. Francesco De Luca a Roma per qualsiasi informazione sulla terapia con onde d’urto e altri disturbi.

Contattaci per qualsiasi informazione necessaria

Il Dr. De Luca promette di essere al tuo fianco, per qualsiasi tua richiesta di intervento medico e troverai soluzioni adatte a curare ogni tua patologia.

Visita Andrologica