Devo preoccuparmi delle papule perlacee del pene?

5 Gen 2019 Posts

Devo preoccuparmi delle papule perlacee del pene?

 

Le papule perlacee del pene sono piccole escrescenze di colore rosa-biancastro che si trovano intorno alla corona del glande. Qualsiasi soggetto può sviluppare papule perlacee, non sono però da considerarsi dannose.

Questo articolo tratta la natura delle papule perlacee, come identificarle e se possano essere rimosse o prevenute.

 

Cosa sono le papule perlacee del pene?

 

Il termine medico utilizzato per descrivere le papule perlacee del pene è hirsuties papillaris genitalis. Di solito si sviluppano sulla corona del glande.

La loro dimensione ed il colore possono variare da persona a persona. Di solito si presentano di colore rosa-biancastro e misurano tra 1 e 3 millimetri di diametro, come piccoli brufoli.

Le papule perlacee del pene si raggruppano spesso in file o anelli, di solito intorno alla circonferenza della punta del pene. Il nome tecnico per quest’area è la corona del glande.

Possono venire confuse per sintomi di infezioni sessualmente trasmissibili, come verruche genitali. Tuttavia, le verruche genitali sono di solito più grandi, hanno la forma di cavolfiori e possono svilupparsi in altre aree rispetto al pene, come scroto o ano.

 

Sintomi

 

Le papule perlacee del pene sono asintomatiche, non causano alcun dolore, bruciore o prurito.

Una volta sviluppate le papule perlacee del pene, di solito rimangono a vita. La loro crescita può interrompersi con l’età, di solito però non cambiano forma o  colore e non si diffondono ulteriormente nel tempo.

Data la somiglianza con altre condizioni, come le verruche genitali, tutti gli uomini che hanno altri sintomi a parte la presenza di escrescenze dovrebbero richiedere assistenza medica.

Altre condizioni simili alle papule perlacee del pene comprendono:

  • Verruche genitali
  • Macchie di Fordyce
  • molluscum contagiosum

 

Ad esempio, le escrescenze che cominciano a dare prurito o qualche disagio possono indicare la presenza di una condizione di fondo che dovrebbe essere indagata da un medico.

 

Cause

La loro origine non è conosciuta. Vengono considerate una normale manifestazione, difatti sono presenti tra l’8 ed il 48% degli uomini.

Non sono infezioni sessualmente trasmissibili. A differenza di questo tipo d’infezioni, non sono causate da contagio o malattia e sono innocue. Non vengono neanche considerate pericolose. Sebbene la causa delle papule perlacee del pene sia sconosciuta, sembra che siano più comuni negli uomini di colore ed in quelli che non sono stati circoncisi.

 

Cura 

Le papule perlacee del pene non possono essere prevenute e non richiedono alcuna cura specifica.
Dal momento che non presentano rischi o sintomi per la salute, è raro che un medico prescriva scelte di una cura per ridurre o rimuovere le escrescenze.

Ad ogni modo, la presenza di papule perlacee del pene può creare stress psicologico. In questo caso, è possibile far sì che vengano rimosse attraverso uno dei metodi che seguono:

Crioterapia: mediante l’uso di temperature estreme per congelare e distruggere le aree del tessuto colpite. Viene utilizzata spesso come metodo per rimuovere tumori nocivi ma può essere usata anche per rimuovere escrescenze più benigne, come le papule perlacee del pene.

Chirurgia con laser: Questo metodo utilizza raggi infrarossi per causare danni da calore e distruggere le cellule della pelle. Viene usato per rimuovere escrescenze e levigare la pelle.

Radiochirurgia: Le radiazioni danneggiano le cellule della pelle. Può essere mirata ad aree colpite da papule perlacee del pene, facendole dissolvere.

Tutti questi metodi in generale vengono considerati sicuri ma è importante comprendere del tutto le implicazioni di ogni tipo specifico di chirurgia. Ogni procedura può comportare dei rischi specifici.

 

I farmaci da banco, come le creme per le verruche genitali, dovrebbero essere  evitati in quanto potrebbero non essere adeguati e causare irritazioni e segni sulla pelle così come tentare di rimuovere papule perlacee del pene a casa o da soli.

 

Prospettiva

 

Le papule perlacee del pene non sono contagiose e non dovrebbero essere motivo di preoccupazione. Non sono collegate all’attività sessuale ma è possibile confonderle con verruche genitali.

Nonostante la loro comparsa possa essere motivo di distress per gli uomini, non c’è motivo di preoccuparsene. Le papule perlacee del pene non sono segno di una situazione sottostante, più seria e sono da considerarsi un evento assolutamente normale.

Una volta sviluppate, le escrescenze di norma rimangono nel corso della vita ma tendono a ridursi o svanire con l’età.

Non ci sono sintomi associati alle papule perlacee del pene, così che chiunque abbia la presenza di sintomi dovrebbe consultare immediatamente un medico.

E’ possibile rimuoverle  chirurgicamente in caso di distress o inestetismi.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Search

+
WhatsApp chat
Chiama
Mappa